Il Mirto è un arbusto spontaneo sempreverde diffuso in alcune aree del Mediterraneo e particolarmente in Sardegna.

Cresce nelle zone con clima temperato e su qualsiasi tipo di terreno, in particolare su quelli acidi e riparati dal vento. Generalmente lo si può trovare nella macchia bassa, in prossimità del lentischio, e ai bordi dei boschi. La sua altezza media è di circa due metri ma, in ambienti freschi, è capace anche di raggiungerne sei. La pianta è facilmente riconoscibile grazie alle caratteristiche foglie lucide, ai fiori bianchi e profumati e alle bacche tonde e bluastre, del diametro di circa un centimetro. Il periodo della fioritura è tra maggio e luglio, mentre le bacche giungono a maturazione verso la fine di novembre. I primi riferimenti all'uso della pianta di mirto emergono dalla mitologia greca: se ne cinse la testa con una corona proprio Venere, dea dell'Amore, dopo il giudizio di Paride, facendo assurgere il mirto a simbolo dell'amore e della bellezza. I Romani usarono spesso l'arbusto in fiore come motivo ornamentale lungo i viali e le piazze pubbliche ma, soprattutto (così come i Greci), ne conoscevano le proprietà medicamentose: dal mirto ricavavano decotti, olii, pomate ed estratti per curare ulcere o affezioni alle vie respiratorie. Nel Medioevo i profumieri ottenevano dai suoi fiori un'essenza chiamata "acqua degli angeli"; nei secoli le sue bacche vennero impiegate anche come colorante e come inchiostro.

Prenota una stanza

...

prenota ora

...

Prodotti
Salentini
Prenota ora

...

Login

volontario?

Lo scopo di WWOOF è di...

Associazione nazionale per la salvaguardia della biodiversità

...

altre informazioni

Wigwam è la filosofia di vita...

altre informazioni

La Rete Semi Rurali è stata fondata nel novembre 2007 per ricordare a tutti che la...

Template Settings
Select color sample for all parameters
Red Green Blue Gray
Background Color
Text Color
Google Font
Body Font-size
Body Font-family
Scroll to top